LABELS

ALTROVE (766) UN ALTRO GIORNO (252) QUI E ORA (106) NOTE (8)

giovedì 27 novembre 2014

gli artigiani della quantità..

gli zigomi della Ferilli minacciano di esplodere da un momento all'altro e fare vittime. Ormai è un pericolo per la salute pubblica. E' solo questione di tempo.
                                 Secondo me glieli fabbricano gli artigiani di Poltrone & Sofà.

"noi siamo i giovani.."

diversi anni fa, non ricordo quanti, Michele Santoro mi passò accanto nella veranda del Barbagianni. E io gli dissi "nel tuo programma non ci sono i giovani. Non ci sono mai. Di quale mondo parlate se tra gli ospiti non ci sono giovani, se tra chi fa il programma non ci sono giovani, se nel pubblico non ci sono giovani?".
Stasera, sentendo la terrificante piccola imbecille indemoniata renziana a Anno Uno ho drammaticamente cambiato idea.

martedì 25 novembre 2014

America: lei ha il diritto di tacere. E taccia..

i media americani (praticamente tutti) trattavano il caso di Amanda Knox con una spocchia nei confronti della giustizia italiana che faceva venire l'orticaria.
Qui nessuno vuole fare l'avvocato d'ufficio del nostro sistema giuridico, della nostra giustizia, e comunque sarebbe una battaglia persa. Ma il casino che sta succedendo negli USA per il poliziotto che a agosto uccise un 18enne di colore consiglierebbe più prudenza nel pontificare, e soprattutto consiglierebbe di far tesoro di quel vecchio detto che suggeriva, prima di andare a ravanare altrove, di badare alla zacchera che si ha in casa propria.

venerdì 21 novembre 2014

some things never change..

un giovane e gagliardissimo Matteo Salvini a La Ruota della Fortuna (pure? Se li è fatti tutti sti programmoni?..) che interrogato dal conduttore su cosa facesse nella vita rispose "nullafacente". Certe cose non cambiano.


ohè ohè Mister Mannarino..

al tg3 i servizi-marchetta su quella nullità cosmica di Mannarino sono diventati una rubrica fissa, come le previsioni meteo. Che cazzo di notizia può essere il concerto non-so-dove di ieri sera di questo colosso della musica? Eppure quello appena trasmesso è il secondo in due settimane. Ps: non sapete chi è Mannarino? Appunto.


giovedì 20 novembre 2014

ETERNITà.. spalanca le tue braccia..

dopo l'orrore della sentenza di ieri che ha piazzato una pietra tombale sulle responsabilità criminali di un disastro ambientale che ha causato 3000 morti (e non è finita qui) per "sopraggiunta prescrizione" del reato, con i responsabili della strage che dalla Svizzera mandano cari saluti e baci, un piccatissimo Renzi ha detto con piglio severo (ma per piacere..) che bisogna "cambiare le regole della prescrizione": Ah si?
Perchè fin'ora quello che io ho visto (ma forse sono io che sono malizioso) sono stati dei gran magheggi per riformare il più in fretta possibile la durata delle ferie dei magistrati, i loro stipendi e la loro responsabilità penale, e poco c'è mancato che si proponessero le bacchettate sulle chiappe o qualsiasi cosa suonasse anche solo remotamente punitiva.
L'impressione è che le priorità nella riforma della giustizia le abbia dettate quella brava personcina del pluri-indagato Verdini per interposta (pregiudicatissima) persona.
Ma forse sono io che sono malizioso.


martedì 18 novembre 2014

i lesionati.

"turbamento d'animo e lesioni psichiche". Con tutto il rispetto ma questa parte specifica della richieste di risarcimento avanzate oggi da una rappresentanza della popolazione gigliese mi sembra una cagata pazzesca. Un conto sono le richieste d'indennizzo per la svalutazione immobiliare, ammesso che la si dimostri. Un'altro sono le "lesioni psichiche" (?!..).
Ho capito che uno ci prova. Ma su..

lunedì 17 novembre 2014

l'eccellenza del made in Moldova, pardon Italy.

i tg e i programmi di approfondimento strabordano della presenza del loquacissimo premier che oggi qui domani là non si sottrae ad una singola occasione per alluvionarci con la peggiore propaganda di stampo paleolitico-democristiano (quella berlusconiana al confronto era avveniristica) sulla sinistra che vince, sull'Italia che vince (devo aver visto un altro film), sul futuro che ci sorride perchè riforme importantissime tipo le ferie dei magistratti o tutte le altre (una miriade, perlomeno in cantiere) confezionate ad uso e consumo delle quotazioni Mediaset e a braccetto con quel ceffo impresentabile di Verdini e sotto il severissimo sguardo vigile (seppur apparentemente non sveglissimo) di quel tripudio ambulante di inettitudine di Angelino Jolì Half-Ano ci renderanno ricchi felici e beati se non domani al più tardi dopodomani. Poco importa se tutti i dati, tutti i segnali, tutte le informazioni che ci giungono da ogni dove raccontino tutta un altro cazzo di storia. 
Ma probabilmente si tratta di gufi (le baldracche e gli sguatteri di Berlusconi li chiamavano "invidiosi" ma più o meno siamo li), probabilmente si tratta di sfigati (Andreotti le chiamava cassandre ma più o meno siamo lì), quei rompicoglioni che non spendono 1000 euro per una cena con cotanto premier e scodinzolante seguito, ma che con quei 1000 euro devono camparci e mandare avanti una famiglia, pensa che culo, ammesso che siano tra gli ormai non tantissimi miracolati che almeno quei 1000 ce l'hanno (1080 per l'esattezza, prego), e non certo quell'Italiona florida e vincente, la Milano da ribere, l'eccellenza del Made in Italy e bla bla bla, peccato solo che traslochi il lavoro in Moldova e le sedi fiscali chissà dove nella simpatica affollatissima galassia dei paradisi fiscali e che ha l'I-phone e non i gettoni, tiè. 
Intanto però questa faccia di merda non ha ancora avuto il coraggio, i coglioni e soprattutto l'onestà di andare a farsi tirare due carciofi dalle parti di Genova, tanto per fare un esempiuccio, men che mai le sue griffatissime ministre e la sua nutritissima stuola di lacchè, che il problema non sarebbe neanche quanto siano incapaci (mediamente un sacchissimo) quanto che siano utili come la forfora. Più lo sento blaterare negli ormai perpetui sermoni propagandistico-elettoral-autocelebrativi sparati no-stop da ogni tv-sito-testata-agenzia più il mio rispetto per le idee politiche altrui mi fa giungere a una conclusione: che gli italiani (comunque moltissimi di loro) che dopo Craxi e Berlusconi sono stati capaci di farsi infinocchiare dall'incontinente boyscout laureando a La Ruota della Fortuna siano dei poveri imbecilli, e quelli che hanno pure il cattivo gusto di definirsi non dico "di sinistra" ma perlomeno "progressisti" lo siano se possibile (e si che è dura) pure di più.



mercoledì 5 novembre 2014

oche Moncler: a difesa della categoria (delle oche)..

Stefano Gabbana twitta a Report in risposta al servizio sulle oche Moncler spennate vive: "ma voi sapete cos'è il lusso?" (con diversi punti interrogativi in perfetto bimbo-minkia style). 
 No: noi sappiamo cos'è una pseudo-sartina semianalfabeta isterica arricchita e in odor di maxi evasione fiscale. Altro non sappiamo.


martedì 4 novembre 2014

il peggio del peggio.

sentir dire a Renzi che la sentenza passata in giudicato di Berlusconi e il rinvio a giudizio del caro Verdini appartenono alla "loro sfera privata" mi fa sospettare che quest'uomo sia pure peggio di quanto sin'ora io abbia sospettato. 
E si che ho sospettato il peggissimo.



lunedì 3 novembre 2014

Britney said no more.

Britney ha fatto quello che secondo me è la cosa più naturale del mondo: dire basta quando la vita si fa insostenibile. Io ho sempre trovato insopportabile la retorica della vita che è sacra sempre e comunque. Nulla di più falso. La vita è sacra quando è dignitosa. E quando il dolore si fa troppo forte e soprattutto irreversibile, allora la dignità della vita mi sfugge, non afferro il senso di un martirio lento, penosissimo e che soprattutto non è utile a nessuno, mi fa orrore il kamikazismo della sofferenza a oltranza. E a Britney e tutte le Britney di questo mondo non deve servire l'approvazione di alcuno.
Finchè c'è anche solo un barlume, una pur flebile luce in fondo al tunnel allora è sacrosanto fare tutto ciò che è possibile e anche di più. Ma quando quello che ti resta è solo dolore e sofferenza insopportabile, allora no grazie: si fa basta. E chi dice il contrario, magari con una copia della Bibbia in mano, non solo farnetica. Ma mente sapendo di mentire. Anche perchè in genere si tratta di persone a cui il tumore incurabile al cervello non è proprio toccato. Facile, eh?
Ciao bella ragazza coraggiosa.

sabato 1 novembre 2014

nel blu dipinto di blu..

il povero (si fa per dire) Richard Branson si è visto esplodere come un petardo la sua amatissima (e non economicissima) Spaceship 2, la navicella che avrebbe dovuto inaugurare la storia del turismo spaziale (Sharm El Sheik chi?..). E' esplosa durante un giro di prova, e quando ciò è avvenuto purtroppo a bordo non c'era nessuno dei paperoni americani disposti a sborsare 250.000 dollari per l'eccentrica gitarella fuori porta. E soprattutto, purtroppo, non c'èra quella piaga sociale di Lady Gaga che avrebbe dovuto cantare durante la "crociera" di inaugurazione (una specie di Mariano Apicella post-moderna). Riprova, Richard: sarai più fortunato.
E noi auspicabilmente pure.