LABELS

ALTROVE (634) UN ALTRO GIORNO (205) QUI E ORA (97) NOTE (8)

mercoledì 18 ottobre 2017

gente allegra lui l'aiuta

il gruppetto di lacchè che circonda Berlusconi in ogni sua uscita pubblica e ride in modo scomposto ad ogni sua minchiata è una cosa che io guardo ancora con immutato raccapriccio.


lunedì 16 ottobre 2017

le osservatorie

molto toccante. Letterina con supplica di dialogo, dopo aver minacciato sfracelli (e essere andato a un passo dal causarli). 
Perciò c'è qualche anima pia sulla faccia del pianeta che sa spiegarmi alla fine della fiera che cazzo vuole questo buffone col carrè di Puigdemont? 
In compenso noi possiamo approfittarne per consolarci un po sul fatto che evidentemente i peggio buffoni populisti inesperti e incapaci non li abbiamo solo qui in Italia. Tipo un vicepresidente della Camera, senza fare nomi Giggino di Maio, che invocando l'intervento dell'Ocse (manco fossimo in Tanzania) per vigilare sulle elezioni di una regione della Repubblica italiana, non si rende evidentemente conto della gravità della merda assoluta che riesce a far fuoriuscire da quella bocca.


stronzi.

e la notizia del giorno qual'è, che gli austriaci sono stronzi? 
Si sapeva.


giovedì 12 ottobre 2017

galeotto fu il divano

per carità, sono davvero convinto che non ci sia motivo di dubitare che Harvey Weinstein sia un vecchio porco che ha approfittato della sua spaventosa potenza nel mondo Hollywoodiano. Quella del divano del produttore è purtroppo una storia vecchia come il mondo. Come non ho motivo di dubitare della credibilità delle molte attrici che lo stanno accusando di aver usato qualche forzatura di troppo. Di troppissimo. Ma (c'è sempre un ma). 
Mi sfugge il perchè Enrico Mentana (che stimo assai) ieri sera nel riportare la notizia continuasse a menzionare ossessivamente gli Obama e i Clinton come se fossero in qualche modo al corrente delle marachelle del vecchio sudicione (Clinton in particolare credo sia stato più che sufficientemente indaffarato con le sue). E, senza giustificare niente e nessuno (sono un femminista duro e puro) credo anche che se Asia Argento avesse fatto affidamento solo sulle sue effettive capacità e attitudini, a quest'ora sarebbe indaffarata a sminestrare scartoffie nell'ufficio catastale di Vigna Clara. 
E pensa un po, ho persino la stessa identica opinione su Angelina Jolie, la cui recitazione a suon di boccucce mi ha sempre fatto non cagare: di più. 
Bella, per carità. Ma non esattamente la nuova Bette Davis.


vecchie merde.

È una decisione storica, anche se un po in ritardo rispetto alla storia. Dalla prossima collezione Gucci rinuncia a creare e produrre capi in pelliccia. Bene. Benissimo. Speriamo che sia solo l'inizio. 
Intanto prego rivolgere l'ennesimo vaffanculo formato boato alle carampane che ancora i capi in pelliccia li indossano. 
Siete più antiche della cedrata Tassoni, vecchie merde.


mercoledì 11 ottobre 2017

Altro.

Sta per concludersi la giornata mondiale del coming out.
Per alcuni semplicemente un'altra giornata in cui fingere di essere qualcun altro. Qualcosa di altro da se stessi.
Che pena.

la secessione di Pappagone

e insomma ieri il mondo intero con il fiato sospeso ha ascoltato l'attesissimo discorso di Pokemon Puigdemont in cui avrebbe dovuto dichiarare unilateralmente l'indipendenza della sedicente repubblica Catalana dalla Spagna se non fosse che, ops, di quel delirante sproloquio in cui ha detto tutto e il contrario di tutto tranne dichiarare qualsivoglia indipendenza non c'ha capito un cazzo nessuno al mondo probabilmente lui compreso.
Capito che fino a una settimana fa stavate tutti parteggiando per questo buffone populista in fregola secessionista e parrucchetta alla Pappagone?

giovedì 5 ottobre 2017

Animali d'Italia

Che risposta imbecille, Meloni cara. 
Che vuol dire che un partito animalista è "riduttivo" (sic) e che dovrebbe occuparsi "anche di persone". Il problema è esattamente il contrario, tesò. 
E cioè che voi forze politiche "umane" continuate ad ignorare la sensibilità di una larghissima fascia di popolazione che chiede maggiori tutele per il mondo animale. Quei milioni di persone sono, appunto, persone. Non fave fagiane. Fattene una ragione e prova ad atterrare sul pianeta terra pure te, quello vero, quello popolato da persone e animali. E persone che ritengono prioritarie (in un paese civile) le istanze che riguardano gli animali. 
 Specie ora, dopo il governo Renzi e derivati, che in materia è senza ombra di dubbio il peggiore in assoluto dell'intera storia repubblicana.


mercoledì 4 ottobre 2017

misteri

La psiche umana sotto molti suoi aspetti rimane a tutt'oggi un grande mistero. La moderna psicologia è ancora ritenuta una scienza piuttosto inesatta in cui, nonostante alcune linee guida ufficialmente accreditate come maggiormente plausibili, è possibile incappare in teorie e scuole di pensiero che affermano tutto e il contrario di tutto. E secoli di studi, da cui un'oceanica letteratura, sono solo parzialmente (o affatto) serviti a dipanarne la complessità e iperscrutabilita' dei meccanismi. 
Ciò nonostante, io credo davvero che uno dei più grandi misteri in questo senso rimanga il motivo per cui una persona normodotata dovrebbe seguire l'account Instagram di Gianluca Vacchi.


martedì 3 ottobre 2017

culturisti

Non solo ogni giorno leggo quantità industriali di cazzate che non stanno né in cielo né in terra. Ma per giunta pure sgangherate grammaticalmente. 
Il paese che nel dopoguerra ha dato più di una lezione al mondo in termini di dinamismo, efficienza ed eccellenza, come cazzo è potuto diventare in così poco tempo la patria degli ignoranti come la merda col culo piazzato sul Suv cafone? 
Proprio ora che i mezzi per essere più solidi culturalmente sono davvero alla portata di tutti.


giovedì 28 settembre 2017

sopresa..

insomma quel mattacchione di al Baghdadi è tornato. 
E lo ha fatto con un video in cui sostanzialmente impiega 45 minuti per dire "ci siete cascati, coglioni".


martedì 26 settembre 2017

meglio (ius) soli che male accompagnati

e perciò la mazzata finale allo Ius Soli l'ha data Alternativa Popolare, la non affollatissima compagine politica che magari alternativa lo sarà pure ma popolare no per Dio. 
"Mica che il provvedimento non sia sacrosanto" sibila il leader Angelino Half-ano. Solo che non è il momento giusto. Traduzione: se questi del PD, gli unici dell'intero arco costituzionale e pure più in là, che hanno faccia a culo a sufficienza da accettare di coalizzarsi con noi alle prossime politiche mentre tutti gli altri ci evitano come la peste, dovessero perdere (e approvando quella legge l'ipotesi non è esattamente surreale) ops, via le poltrone da sotto le nostre onorevoli terga e tutti a casa. E quando ci ricapita. 
In effetti, come ho detto in altre occasioni (ma perchè privarci di qualche replica) il partito che ha più inquisiti e pregiudicati che elettori ma che con il suo zero virgola qualcosa (eccezione fatta per risultati record indovina dove? In Sicilia) finisce per fare la differenza in una situazione che ormai vede tre blocchi politici con praticamente lo stesso numero esatto di preferenze, e non disdegnando di governare con sinistra, destra, centro, diagonale, Sindacato Produttori Chupa-Chupa e Accademia Reale Giovani Marmotte pur di scucire qualche poltrona e non necessariamente Chateau d'Ax, finisce con l'essere corteggiata dal buongustaio Renzi come la sora Camilla, che tutti la vogliono e nessuno la piglia, tranne appunto lui. 
E perciò il provvedimento (nella forma che definire temperata è un eufemismo) può andare a cagare e con lui la mezza milionata abbondante di bambini e minori interessati, con tanti cari saluti all'Europa dove praticamente non esistono più paesi che non abbiano adeguatamente legiferato in materia. Baciamo le mani.


lunedì 25 settembre 2017

sconnessi

Eppure ce l'abbiamo fatta tutti pure senza. Siamo cresciuti sani e robusti, abbiamo fatto quello che dovevano fare, abbiamo saputo quello che c'era da sapere. Certo, a volte pensi a quanto sarebbe stato tutto più comodo e facile, e quante opportunità in più avresti potuto avere, a come sarebbero andate le cose. Ma insomma bene o male eccoci qui. Anche noi che "millenians" non lo siamo. Perciò perché adesso quando per un qualsiasi motivo rimani senza connessione Internet ti sembra che ti abbiamo amputato un dito?


le nullitarie

Noi per ottenere risultati nella vita dobbiamo accumulare anni di esperienza lavorativa, e per accedere al mondo del lavoro dobbiamo esibire titoli di studio adeguati. Per questo ho le palle piene di personaggi folkloristici che aspirano ad accedere alle più alte cariche dello Stato senza aver lavorato un solo giorno in vita loro o senza aver completato il ciclo completo di istruzione. 
Rompiamo tanto il cazzo per dei governi che non sono scaturiti da consultazione elettorale (anche se dire questo col nostro impianto costituzionale, quello che con referendum decidiamo di non cambiare, significa dire cazzate) salvo poi scegliere sfaccendati sgrammaticati e paperoni trafficoni quando ci è permesso di scegliere. 
Se questi sono i risultati, è da considerare poco meno che una benedizione che a scegliere sia qualcun altro.


entrino i clown

Vedere vecchia feccia come Giovanardi accalorarsi in senato a favore dello sfruttamento degli animali nei circhi è una roba che ormai è semplicemente intollerabile, come intollerabile è vedere Franceschini ringambare da vigliacco e cagasotto su un provvedimento che fino a poco fa difendeva (o fingeva di difendere) strenuamente. 
 Quanto ancora deve passare prima che ci facciamo girare i coglioni seriamente e una volta per tutte con questa schifezza di cricca che ci tiene costantemente alla periferia di quell'Europa con almeno una parvenza di civiltà ed etica? Parrucconi ricchi, potentissimi e orrendamente privilegiati, ormai totalmente alieni alla vita vera e alla sensibilità della gente. 
Li hai votati anche te? Hai votato il partito che rappresentano? Sei un povero deficiente. Senza che stiamo tanto a girarci intorno.


il somaro

Donald Trump ha detto che il sistema sanitario del Nambia, che ha affrontato una brutta epidemia di ebola, per fortuna è sempre più autosufficiente. E noi ne siamo felici.
Se solo capissimo di chi cazzo stia parlando, dato che non ci sovviene nessunissimo posto al mondo chiamato Nambia.
Forse Namibia? Zambia? Gambia? Chissà.
Per capirci, questo è il colosso di cultura è caratura politica che sta giocando a freccette con Ciccio Salciccio Koreano.
E noi che ci lamentiamo dei nostri che baciano le urne con dentro il sale grosso liquefatto di Vanna Marchi. O qualcosa del genere.

casalinghi disperati

Secondo rilevazioni Nielsen, un italiano su due pensa che l'uomo debba andare a lavoro e la donna starsene a casa tra omelette e merda del bebè.
E ora, dopo questo favoloso salto nell'Italia rurale di metà 800 o, a piacimento,
qualche sultanato mollemente adagiato su chissà quale sperduto deserto mediorientale, vediamo di tornare al 2017 e compicciare qualcosa, Daniele bello. Ps: cercasi disperatamente popolazioni esotiche disposte a venire a farci fare sto saltino culturale di un paio di secoli.
Ps2: fosse per me le mutande sudice ve lavereste con le vostre manine sante e benedette, cari maschioni o, in alternativa, tuffarvele in culo.

la Carmen

Sentire Renzi che tira per la giacchetta Barak Obama è una cosa che non so se mi fa più ridere o cagare. 
Renzi sta a Obama come Carmen di Pietro a Bette Davis. Bomba più bomba meno.

oltre le gambe c'è (pure) di più..

L'onorevole signora Giammanco (Forza Italia) a La7 si dice contrariata dal fatto che la scorsa settimana in occasione della cerimonia di resurrezione di Berlusconi (non ricordo dove, credo Chianciano) la stampa si è molto soffermata sul solito pattuglione di belle signorotte abbarbicate su tacco 12 d'ordinanza, a discapito dei contenuti politici (sic), arrivando a sfoderare termini come sessismo e misoginia (in modo altrettanto spericolato delle prodezze su décolleté Ferragamo delle suddette, suggerirei). 
Perché, vero che nel frattempo qualche annetto è passato e siamo tutti un po più suonati (anche il suo leader, temo), però signora cara non al punto di esserci dimenticati di tutto il troiume e di tutte le Minetti con cui abbiamo fatto scompisciare dalle risate l'intera galassia. 
Io apprezzo questa sua verve vetero-femminista, per carità, mi considero femminista io stesso, e le do il benvenuto nel club. Ma mi permetta almeno di sospettare che il rispetto per la figura femminile che lei giustamente chiede alla stampa, probabilmente lo sta cercando nel posto sbagliato. Olgettina più, orgettina meno. E di ricordarle che alla maggior parte di noi quell'incontro di Chianciano più che un convegno sulle pari opportunità è sembrato il triste revival di un trucidume sul quale invocheremmo tutti una provvidenziale amnesia. Che però, ahimè, proprio non ci viene in soccorso.


venerdì 1 settembre 2017

gli sgozzapalle

volevo tranquillizzarvi sulla tenuta emotiva di questi che oggi si affannano a pubblicare post sulla macellazione rituale. Mi sentirei di rassicurarvi con ragionevole certezza sul fatto che a questi di quelle povere bestie non gliene frega un remotissimo cazzo. Gli avete mai visto pubblicare qualcosa sul lerciume infame che salta fuori ogni volta che ci prendiamo il disturbo di far entrare una telecamera nascosta nei nostri allevamenti? O su un'Italia letteralmente disseminata di trappole piazzate dai bracconieri tanto per assicurare agli animali agonie e morti da incubo? Vi risulta gliene freghi un cazzo del fatto che stiamo per ridare allegramente il via alle danze con eserciti di cacciatori gaudenti nonostante una fauna selvatica già stremata e decimata da siccità e incendi? Gli avete mai visto pubblicare qualcosa sulle corride che infliggono ai tori agonie ben più lunghe e dolorose di quelle degli sgozzamenti rituali? Certo che no. Come vi dicevo a questi non gliene frega un beatissimo cazzo. Come non gliene fregava un beatissimo cazzo di quei due poracci polacchi che anzi, in quanto polacchi, secondo me gli stavano pure un po sui coglioni. 
Ma tutto fa: alle truppe cammellate di Sallusti e Belpietro (di questo parliamo, così ci intendiamo un attimo sul livello) serve qualsiasi appiglio per tramutare questo povero paese malato in una specie di cotonificio della Louisiana di fine 800 che temo alberghi solo nelle loro testoline. 
Ieri erano contro la violenza alle donne, oggi sono animalisti. Domani chissà.