LABELS

ALTROVE (766) UN ALTRO GIORNO (252) QUI E ORA (106) NOTE (8)

venerdì 29 novembre 2013

"..tre civette sul comò.."

il titolo de"L'Unità" in edicola domani: "Sfida a Sky. Vincono in tre". Nemmeno Sallusti saprebbe fare di peggio. Buonanotte.


"..Cliccami, piano piano intensamente.."

Yahoo fa sapere che tra gli oltre 16 milioni di italiani che quotidianamente usano il motore di ricerca, la parola più cliccata è meteo, la celebrità (femmina) più bramata è Sara Tommasi (Belen è seconda, ma evidentemente ai pannolini preferiamo le zozzate...), quella maschile è Grillo (cioè, il Grillo e la Cicala..), la celebrità straniera sono quelle pippe dei One Direction (contro i quali non potè nemmeno il culo della Cirus, fermo al secondo posto), e lo sportivo più cliccato è Ronaldo, che in pratica senza l'aiuto di donne e gay, uno sportivo al numero uno non ci và..
E' per pura pietà Yahoo ci risparmia il primato sui siti più cliccati.  You Porn, anybody?..


mercoledì 27 novembre 2013

dieci, maledetti e subito?..

Co sto freddo riusciremo a dargli qualcosina in più dei soliti 10 euro ai TEENAGERS che in genere affollano COSI' SPONTANEAMENTE le manifestazioni pro-Berlusconi? 
Su, Silviuccio: fatti fare uno sconticino delle duemilatrecentoventitrè baldracche che stipendi perchè non chiacchierino, e dai qualcosina in più a sti poretti. 
 Che manca pure poco a Natale..


lunedì 25 novembre 2013

mai più senza (Gaga..)

Ho alcuni amici Facebook e Twitter americani. Presumibilmente gay. Alle 10:00 ora locale iniziava la vendita dei biglietti per il concerto di fine tour di Lady Gaga a Roseland, New Jersey. Tutti prontissimi. Peccato che i biglietti fossero già esauriti praticamente un secondo dopo essere stati messi in vendita. Figurati la disperazione. Suvvia, ragazze: calma. Con l'eyeliner sciolto siete un disastro..


venerdì 22 novembre 2013

united bullshit of Toscani..

Meno male che allo speciale Rai dedicato a J.F. Kennedy c'era Oliviero Toscani a snocciolare la sua solita sfilza di banalità. Altrimenti stanotte non sarei riuscito a prender sonno..



martedì 19 novembre 2013

"scende la pioggia ma che fa.."

Sardegna, novembre 2013: un casino. E io sono stufo di vedere in tv o sul web servizi su tanta povera gente nell'acqua (e nella merda) fino al collo. Vittime, stragi di animali inermi, sofferenze indicibili, intere realtà economiche andate a puttane, gente in ginocchio, devastata nelle poce certezze magari raffazzonate e messe assieme in un'intera vita. Ormai con una frequenza terrificante.
 Piove molto, è vero. Ma ci sono paesi in cui piove molto praticamente sempre. E mica finiscono col culo a mollo un giorno si e l'altro pure come ormai succede in Italia con questa cadenza snervante.
 Decenni di incuria, mancata prevenzione e devastazione dell'ambiente con le modalità, le complicità le pastette e il magna magna che tutti conosciamo (la mappa dei territori a rischio in Italia è una roba sconvolgente, più degna di qualche remota provincia del Bangladesh che di un paese occidentale civile). E senza che nessuno paghi mai, mai e poi mai per aver reso un paese così vulnerabile, così in balia di fenomeni estremi.
Ma diciamocelo, belli: colpa di tutti i merdosi che hanno tramutato l'ambientalismo in una faccenda politica, un "o di qua o di la", destra o sinistra, guelfi e ghibellini.
E  poi sta destra per la quale l'ambiente è una roba da "comunisti", mentre ai "comunisti" non gliene batte una beatissima minchia, tutti presi come sono a baloccarsi fra correnti, correntine, spifferi e venticelli. E dei personaggi da operetta che l'ambientalismo italiano l'hanno rappresentato (sole che ride, sole che piange, sole che si gratta il culo, Ripa di Meana e gentile consorte, e concedetemi di sorvolare pietosamente su Alfy Pecoraro Scanio).
Quando la domanda che dovrebbe sorgere è solo una: chi cazzo è così imbecille da non avere a cuore le sorti dell'ambiente dove viviamo e lavoriamo e dove devono vivere e crescere i nostri bambini?



venerdì 15 novembre 2013

TALK on the air

il lunedì sera alle 21:30 su www.laradioattiva.com
Daniele Innocenti Talk.
Quattro chiacchere con gli amici.


Daniele Innocenti Talk facebook

venerdì 8 novembre 2013

problemi gestionali..

a volte, come poco fa, facendo una qualsiasi cosa, come prendere un bicchiere d'acqua, me ne trovo uno davanti all'improvviso (tipo accoccolato dietro il soprammobile sul frigo) e allora comincio a fargli i complimenti con la voce delle coccole. E con la coda dell'occhio mi accorgo che poco più in là ce n'è un altro che si è messo a pancia all'aria perchè pensa che le sto facendo a lui. Allora fingo che sia così e cercando di non farmene accorgere (sono gelosi..) guardo un po'di qua e un po' di là e praticamente mi si storcono gli occhi. E dopo un istante mi accorgo che in realtà ce ne sono TRE a pancia all'aria che pensano che mi sto rivolgendo ad ognuno di loro. Confesso di avere un problema di gestione delle coccole.



mercoledì 6 novembre 2013

Il buon PD dagli occhietti lucidi..

La bella ministrona con lo gnocco in gola ha recitato con espressione contrita il mea culpa che il suo staff le ha scitto ad uopo, consegnandole in fretta e furia e solo all'ultimo momento l'appunto "ho fatto prevalere i sentimenti" rivelatosi vincente, visto il commosso applausone partito dagli scranni del PD (anche se non è esattamente per far prevalere sentimenti e cazzi privati in genere che stipendiamo un ministro della Giustizia) e ha perciò finito col commuoverci sino alle lacrime per a aver trafficato da sempre con la famigliola Ligresti, non proprio quella del Mulino Bianco bensì  quella che scorrazzava da un mega party all'altro e scoreggiava sugli elicotteri privati acquistati sulla pellaccia di orde di poveri cristi licenziati e aziende letteralmente saccheggiate (e last but not least rifilato al rampollo di casa Cancellieri una liquidazioncina a tanti tanti zeri) e prudentemente traslocata nelle patrie galere praticamente al gran completo da quei magistrati e da quella giustizia di cui la ministrona dovrebbe essere fiera massima rappresentante. 
E il PD (Partito Democristiano), fra un tesseramento in massa di poveri albanesi ignari e l'altro, non si è perciò peritato di dare semaforo verde a questo ennesimo omaggio floreale all'Italietta dei potenti da operetta e degli amici degli amici, e lo ha fatto pure con l'occhietto lucido.
Yup.