LABELS

ALTROVE (766) UN ALTRO GIORNO (252) QUI E ORA (106) NOTE (8)

giovedì 28 luglio 2016

figlio di troia a chi?

chiedo scusa perchè non sono solito pubblicare foto cruente riguardanti animali (e per inciso non socializzo con chi lo fa, dato che mi basta e avanza quello che vedo ogni giorno da operatore volontario). 
Ma volevo solo segnalare questa cosuccia di questi bei giovanottoni che per baloccarsi pare uccidano decine di animali selvatici (anche a rischio estinzione): sono i figli di Donald Trump e di quel paio di grandissimi bagascioni a tassametro delle su mogli. Chiamarli figli di troia non è un'offesa ma il puro e semplice stato delle cose. 
Parte della peluria deduco venga usata per infoltire ulteriormente quella cosa indecorosa che il magnate/accia si porta sulla capoccia. 
Intanto nella foto si può ammirare il cavaliere del lavoro Eric Trump accanto alla cara estinta che in questo caso è un'antilope africana. Così, pour savoir.


sabato 23 luglio 2016

gli stragisti della domenica

cioè, prima o poi si deve morire ed è pacifico. Ma morire perchè un cazzo di sfigato disturbato in un tranquillo venerdì di luglio decide di imitare non si sa chi e sparare random sulla folla, deve far girare i coglioni. 
Sperando di non essere frainteso, credo che morire vittime di un attentato abbia già un senso. Orribile, ma ce l'ha. Ma morire per mano di un dissociato in preda ai suoi personalissimi deliri ammanta la tua morte di un senso di inutilità che paralizza. Non che gli altri attentatori stessero meglio in quanto a svalvolatezza. Credo che nessuna persona remotamente sana di mente distruggerebbe innanzitutto la propria stessa vita in nome di chissà quale cazzo di entità più o meno spirituale. Ma bene o male erano comunque finiti in una rete, in un gorgo, con un qualsiasi cazzo di cosa da recriminare, in nome della quale agire. 
Ma i decerebrati come quello di ieri o della serie infinita di Columbine americane non ce li ha mandati assolutamente nessuno a fare quello che hanno fatto. E nessuno si è mai preso neppure il disturbo di assumersene in seguito la paternità. Così, puro e semplice fai da te dello stragismo da trastullo. 
 E a me personalmente cascano le palle.


lunedì 18 luglio 2016

un uomo tra la folla..

l'uomo che ha fatto una strage sul lungomare di Nizza poche sere fa aveva una vita sessuale piuttosto sovraffolata (il magistrato ha usato un termine pure più eloquente): uomini e donne. Tra cui un arzillo nonnetto di 72 anni. 
Non sono un grande esperto ma mi vengono in mente modi anche migliori di essere un fervente musulmano..


martedì 12 luglio 2016

Justin Justin..

Justin Trudeau, il premier canadese.
Come scrive proprio oggi L'Espresso è giovane, alla mano, spigliato. Apre le porte ai migranti, va ad accogliere i rifugiati in aeroporto, esalta le diversità, vuole legalizzare la marjuana e suda come un matto ballando al Gay Pride. Il suo gradimento è in continua ascesa, mentre tutti gli altri colano a picco.
E a proposito di colare a picco: caro Renzarellucci, dovessero servirti un paio di lezioncine su come essere un premier di sinistra, dagli un colpetto di telefono.
ps: e a proposito di colpetti, io uno glielo darei pure..

heroes

questo è il mio eroe. 
 Un dipendente comunale (nel napoletano) che intende timbrare e andare a farsi i cazzi suoi (i cosiddetti furbetti del cartellino). 
 E perciò va per passare il badge, ma poi adocchia la telecamera e tenta di manometterla (perchè scusa: che altro?) ma, nel dubbio dovesse funzionare ancora, oplà: bello scatolone in testa e vai. Tutti al mare. 
Non reputavo possibile che la faccia a culo umana potesse raggiungere questi livelli abissali. Perciò ripeto: questo è il mio eroe. 
Ps: prima che i soliti stronzi razzisti proferiscano verbo sul fatto che l'episodio è avvenuto nel napoletano, spieghiamoci subito: succede ovunque . E soprattutto, nonostante la raffica di figure di merda sgamate e poi divulgate a livello planetario, continua a succedere. 
I politici saranno pure corrotti, ladri, vagabondi e tutto quello che cazzo vi pare. Ma evidentemente sono perfettamente adeguati a rappresentarci..


sabato 2 luglio 2016

escilo, Albè..

Confesso che adoro Dagospia. Un sito di informazione che al momento in cui scrivo ad esempio ha in primo piano un articolo sulle dimensioni del cazzo di Alberto Angela (giuro) e in seconda battuta la strage di Dacca. 
 Un occhio ce lo butto ogni giorno. Un po' perchè mi diverte il tono smaliziato delle notizie, anche le più serie e drammatiche. Un po perchè quando penso a D'Agostino mi consolo: evidentemente c'è persino chi è più fuori di testa di me.


venerdì 1 luglio 2016

copia e incolla sto cazzo

Persino Il Fatto Quotidiano si occupa di questa mega-scemenza della catena di Sant'Antonio del copia e incolla sulla privacy di Facebook usando, senza parafrasare, il termine "lobotomizzati" per i boccaloni che ci cascano. 
Sorvolando sul piccolo dettaglio che quotidianamente vi vedo impestare quel social con qualsiasi cazzo di cosa facciate durante la giornata premurandovi di corredarla con eloquente reportage fotografico: mentre mangiate, mentre cucinate, mentre siete in palestra, mentre vi sbaciucchiate, mentre allattate, mentre vi grattate il culo, che straminchia di problemi di privacy avreste, se è dato sapere? Perché se è questa l'urgenza che vi attanaglia, beh, nulla vi impedisce di eliminare il vostro account e magari tornare al caro vecchio diario con copertina di Snoopy e lucchetto. Privatissimo. 
Vi siete mai chiesti perché si chiama social e non private network? Non vi sfiora il dubbio che social e privacy siano un ossimoro? E a proposito di ossimori e di un minimo di analisi grammaticale da quinta elementare: davvero non vedete come cazzo sono scritte quelle cagate che copiate e incollate con tanto fervore? E quale blasonato principe del Foro pensiate le abbia create, di grazia? 
Io mi incazzo quando sento dire che Facebook pullula di scemi e di scemenze, trovandola una banalizzazione davvero tera tera, e trovando comunque inquietante il livello di scemenza che si può riscontrare pure in una qualsiasi piazza o bar, in dosaggio assolutamente analogo. Ma davvero a volte mi ritrovo a chiedermi cosa mi faccia essere cosi possibilista nei confronti della razza umana. Ps: oggi non scadeva un cazzo di niente se non il tempo utile per cancellare, in base a un residuo sussulto di decenza, quelle boiate della vostra bacheca ed evitare di ritrovarvi sui giornali apostrofati come lobotomizzati. 
Copia e incolla sto cazzo. Minchioni.