LABELS

ALTROVE (766) UN ALTRO GIORNO (252) QUI E ORA (106) NOTE (8)

giovedì 30 novembre 2017

maledetta primavera

tanto puzzo su come lo Stato intervenga lentamente e male dopo catastrofi come terremoti o alluvioni. Molto meno puzzo sulle decine (quasi trecento) di stronzi che si sono accaparrati i fondi preposti alla ristrutturazione di abitazioni terremotate per dare una sistematina alla casa delle vacanze, un grazioso re-styling che ops, però ammonta a quasi un milione di euro. Pubblici. E parliamo di una sola prima indagine. Ora ne partiranno altre. E qualcosa mi dice che ci aspettano sorpresone. 
 Che però, appunto, non scandalizzano nessuno, di cui però appunto non si parla granchè, perchè tanto è tutta colpa dei politici, dei poteri forti, delle lobby, della casta, di Loretta Goggi, dei sette nani. Di tutti ma non nostra. Noi passavamo di là. 
La verità è che più passa il tempo e più mi convinco che siamo appunto un paese di stronzi, un popolo di merda, di trafficoni opportunisti, da nord a sud, da destra a sinistra, dall'alto al basso, da dentro a fuori. Che l'occasione di fare i furbi magari non ce la andiamo a cercare. Ma di sicuro quando cè non ce la lasciamo sfuggire. 
 E è proprio in base a questo elementarissimo assunto che credo fermamente che non sia un caso che sia proprio questo variopinto caravanserraglio di svalvolati bombisti ignoranti nulla facenti (da destra a sinistra e figuriamoci le new entry) a candidamente candidarsi a governarci dal prossimo anno. 
Maledetta primavera.


martedì 28 novembre 2017

il biotesta-dicazzo

quel poveraccio di Salvini interpellato su un argomento serissimo e sensibilissimo come il biotestamento l'unica cosa che ha saputo dire è "più che della buona morte io mi occupo dei vivi".
Purtroppo quello che questo grande statista sembra non sapere è che il biotestamento è una cosa che riguarda cittadini vivi, cittadini in condizione di estrema vulnerabilità e sofferenza, spesso condivise (anche economicamente) dalla famiglia intera, cittadini che hanno più di un buon motivo per sentirsi offesi e feriti da sta roba.
Di preciso cosa cazzo abbiamo fatto per ridurci a meritare sto pattume?

giovedì 23 novembre 2017

Tosc-anal

Quando in tv mi imbatto nella sindaca di Cascina, difronte a tanta strabordante diarrea di pressappochismo e ignoranza ho vergogna di essere toscano. 
Ps: e a proposito. Dato che non stiamo parlando della sindaca di Rio de Janeiro ma di una piccola e piuttosto ininfluente (con rispetto) cittadina di provincia, perché la signora è così spesso nei talk più importanti della tv italiana? Perché le sue pecorecce perle di saggezza sono ritenute più indispensabili per il pubblico di quelle, che so, del sindaco di Viterbo o di Casale Monferrato o di Ligonchio? Chissà.


il paese di merda

il parlamento della Gran Bretagna di quella vecchia cessa di Theresa May, uno dei personaggi politici più brutti e catastrofici che la storia moderna ricordi (e almeno tre sono proprio britannici) nel riadattare leggi e normative europee alla sola propria legislatura (dopo il merdone di brexit) scarica l'articolo che definisce gli animali "senzienti", tornando così a ritenerli, con un bel carpiato all'indietro di una mezza secolata, incapaci di provare emozioni e dolore
 Il paese che torna a smaniare di essere quello della caccia alla volpe istituzionalizzata ad uso e consumo di ricconi depravati e avvinazzati, per quanto me ne frega dopo essere uscito dall'Europa può pure andare a fanculo al largo e sparire dai nostri radar. 
 Di un'altra nazione con leggi e leggine da ex repubblichetta sovietica francamente non si avverte la necessità. Nè la mancanza.

mercoledì 15 novembre 2017

Fatto.

mi sono appena vaccinato. 
L'influenza per una persona mediamente in salute non è pericolosa. Ma è una grandissima rottura di coglioni. E non è necessaria. 
Perciò fatevelo. Che così magari evitate di impestarci coi vostri bacilli di merda. Io lo faccio da anni e non sono diventato particolarmente più autistico. Solo un po più stronzo. 
Ma non sono sicuro che dipenda dai vaccini.


il terzo cesso

Diego Fusaro a La7: la sinistra si occupa del "terzo sesso" (era dai tempi di Cronaca Vera negli anni 70 che non lo sentivo) e trascura i bisogni sociali. 
La informo sommessamente che non esiste un "terzo sesso" e che gli uomini e le donne lgtb hanno un pisello o una passera (al più con qualche aggiustatina in corsa), non un'astrusa decorazione astratta (e perciò i sessi restano due, se la matematica non mi tradisce) e che tutelare quella comunità (che è una minoranza) è comunque ascrivibile alla voce "bisogni sociali" dato che si, probabilmente campiamo un po di paillettes e Lorelle Cuccarini, ma mica solo. 
Io penso che lei sia un uomo estremamente intelligente. Ed estremamente disturbato. Non si crucci: succede.


martedì 7 novembre 2017

l'importante è finire

la ricerca di un istituto francese dal nome impossibile da memorizzare ci spiega perchè l'uomo dopo aver raggiunto il climax di un momento erotico (presa larga, eh?) finalmente tace, si estranea o dorme. Con grande sollievo delle signore (ma mica solo) arriva la spiegazione scientifica a quello che in genere poteva essere interpretato come una specie di disinteresse dell'uomo nei confronti della partner (o del partner) dopo aver in qualche modo ottenuto ciò che desiderava. 
 Niente affatto: si tratta di una reazione fisica, chimica, non razionale, non emotiva. Il cervello dell'uomo (laddove ve ne fosse uno ma in genere no o comunque non molto) si spegne, in qualche modo si disattiva (caso mai si fosse mai attivato ma in genere no o comunque non molto) per, diciamo così, ricaricarsi a causa di una specie di meccanismo di azione e reazione un po difficile (e palloso) da spiegare in termini scientifici. 
 Ma fidatevi sulla parola. Non è trascuratezza, non è allergia alle coccole post-coito, è chimica, che manco nello spot della Lufthanza con la bambina cagacazzo. 
Perciò non ci pensate e semplicemente godetevi quel magnifico momento in cui i maschi finalmente smettono di scavecciare la minchia e sparare stronzate da bimbi imbecilli di terza elementare, che mediamente è il massimo che ci si possa aspettare da loro in termini di Q.I. 
ps: purtroppo sto meccanismo non si attiva per le donne che continuano a scavecciare la minchia e sparare stronzate pure dopo. Ma questa incommensurabile inestimabile rottura di coglioni se non vi dispiace la lascio volentieri a voi. 
 Almeno questa me la risparmio.



yup

Cioè, ricapitoliamo. Quel beota di Tulliani, il leggendario cognato di Fini, sarebbe andato dalla polizia a Dubai a piagnucolare per i giornalisti che lo "importunavano". E loro più o meno gli avrebbero detto "ah, bravo. Proprio te cercavamo". E lo hanno ingabbiato. 
Sei un mito.