LABELS

ALTROVE (766) UN ALTRO GIORNO (252) QUI E ORA (106) NOTE (8)

martedì 31 ottobre 2017

Happy Hunting Ground

e allora andiamo con un po di horror in occasione di sta stronzata di Halloween. Tipo i cacciatori appostati ai margini degli incendi per sparare agli animali in fuga. 
Feccia umana, merda splatter, pozzo nero del degrado umano. 
Happy Halloween..


Uncle Stronz

Da un paese di stronzi armati fino ai denti governato da uno stronzo sciroccato che gli stronzi sciroccati li vuole armati fino ai denti per far contenti gli stronzi che finanziano le campagne elettorali degli stronzi come lui, che cazzo vuoi aspettarti se non una carneficina a ogni piè sospinto?


domenica 29 ottobre 2017

la regina è ancora lì. I Sex Pistols, grazie al cielo, no.

40 anni fa proprio oggi usciva il primo e (sia lodato il cielo) unico album dei Sex Pistols che, insieme a qualche altra milionata di miei coetanei corsi a comprare, per poi disfarmene altrettanto rapidamente regalandolo ad un amico. 
Inascoltabile. Per quella che normalmente era la mia tazza di te' questo pensai di quel disco: una merda inascoltabile. 
Sarebbe persino troppo facile sottolineare che l'aver visto negli anni successivi l'iconico Johnny Rotten cimentarsi in quella scemenza di Grande Fratello Vip inglese avrebbe rafforzato la mia convinzione che si fosse trattato solo di una monumentale, riuscitissima montatura. Pur riconoscendo al movimento punk nel suo insieme qualche specie di merito (in primis quello di avet seppellito la grande purga del prog rock) rimango inamovibile nel pensare che nel caso specifico di questo disco e del fenomeno Pistols si sia trattato solo di un gigantesco sfoggio di abilità dell'industria discografica nel creare patacche. Qualcosa che ha più a che fare col talento imprenditoriale di Mc Laren e consorte che con la musica. 
"Dio salvi la regina" si chiamava una delle più celebri canzoni incluse in quel disco. Dio ci scampi e liberi, aggiungerei io.


martedì 24 ottobre 2017

brivido a comando

eggo da più parti di tutti sti brividi a profusione e immancabile stuporone per tale Rita Bellanza a X-Factor. Non seguo più il programma (che pure non mi dispiaceva) perchè pur di non regalare un solo centesimo a Murdoch preferirei ritrovarmi a dover guardare solo Tv 2000, e perciò diligentemente mi vado a cercare qualche video. E quello che trovo è una che canta con (poca) voce (molto) tremula, che non ci fa mancare qualche bello steccone da spavento (ma chi non stona dal vivo, dirà il solito qualcuno? Per la lista completa contattatemi in privato. Ma con calma perchè è lunga) ma che in compenso quando canta fa tante espressioni contrite che nemmeno Janis Joplin dopo che si era trangugiata tre quarti di tutto l'Lsd reperibile nella West Coast, cosa che tra l'altro faceva regolarmente e con una certa scioltezza, e che a me sembra più che altro prontissima per furoreggiare sino alla finale grazie alle solite iperbole dei soliti giudici, alcuni dei quali non esattamente dei mostri di competenza (a partire dalla Maionchi, assolutamente prodigiosa nel non capirci un cazzo nonostante decenni di onorata (sic) militanza nell'ambiente, o quell'Agnelli che se avesse anche solo una remotissima idea di come si fa probabilmente ci sarebbe riuscito lui stesso a vendere qualcosina in più dell'imbarazzante nulla assoluto che si fregia di vantare nonostante uno spiegamento di mezzi con pochi eguali) per poi tornarsene armi e bagagli, nell'arco di neppure tre o quattro giorni dal termine del programma, nello stesso nulla siderale da dove è arrivata, come praticamente il 99% degli illustri predecessori, laddove illustri è, a scanso d'equivoci, un eufemismo. 
Aridatece Ornella Vanoni.


mercoledì 18 ottobre 2017

gente allegra lui l'aiuta

il gruppetto di lacchè che circonda Berlusconi in ogni sua uscita pubblica e ride in modo scomposto ad ogni sua minchiata è una cosa che io guardo ancora con immutato raccapriccio.


lunedì 16 ottobre 2017

le osservatorie

molto toccante. Letterina con supplica di dialogo, dopo aver minacciato sfracelli (e essere andato a un passo dal causarli). 
Perciò c'è qualche anima pia sulla faccia del pianeta che sa spiegarmi alla fine della fiera che cazzo vuole questo buffone col carrè di Puigdemont? 
In compenso noi possiamo approfittarne per consolarci un po sul fatto che evidentemente i peggio buffoni populisti inesperti e incapaci non li abbiamo solo qui in Italia. Tipo un vicepresidente della Camera, senza fare nomi Giggino di Maio, che invocando l'intervento dell'Ocse (manco fossimo in Tanzania) per vigilare sulle elezioni di una regione della Repubblica italiana, non si rende evidentemente conto della gravità della merda assoluta che riesce a far fuoriuscire da quella bocca.


stronzi.

e la notizia del giorno qual'è, che gli austriaci sono stronzi? 
Si sapeva.


giovedì 12 ottobre 2017

galeotto fu il divano

per carità, sono davvero convinto che non ci sia motivo di dubitare che Harvey Weinstein sia un vecchio porco che ha approfittato della sua spaventosa potenza nel mondo Hollywoodiano. Quella del divano del produttore è purtroppo una storia vecchia come il mondo. Come non ho motivo di dubitare della credibilità delle molte attrici che lo stanno accusando di aver usato qualche forzatura di troppo. Di troppissimo. Ma (c'è sempre un ma). 
Mi sfugge il perchè Enrico Mentana (che stimo assai) ieri sera nel riportare la notizia continuasse a menzionare ossessivamente gli Obama e i Clinton come se fossero in qualche modo al corrente delle marachelle del vecchio sudicione (Clinton in particolare credo sia stato più che sufficientemente indaffarato con le sue). E, senza giustificare niente e nessuno (sono un femminista duro e puro) credo anche che se Asia Argento avesse fatto affidamento solo sulle sue effettive capacità e attitudini, a quest'ora sarebbe indaffarata a sminestrare scartoffie nell'ufficio catastale di Vigna Clara. 
E pensa un po, ho persino la stessa identica opinione su Angelina Jolie, la cui recitazione a suon di boccucce mi ha sempre fatto non cagare: di più. 
Bella, per carità. Ma non esattamente la nuova Bette Davis.


vecchie merde.

È una decisione storica, anche se un po in ritardo rispetto alla storia. Dalla prossima collezione Gucci rinuncia a creare e produrre capi in pelliccia. Bene. Benissimo. Speriamo che sia solo l'inizio. 
Intanto prego rivolgere l'ennesimo vaffanculo formato boato alle carampane che ancora i capi in pelliccia li indossano. 
Siete più antiche della cedrata Tassoni, vecchie merde.


mercoledì 11 ottobre 2017

Altro.

Sta per concludersi la giornata mondiale del coming out.
Per alcuni semplicemente un'altra giornata in cui fingere di essere qualcun altro. Qualcosa di altro da se stessi.
Che pena.

la secessione di Pappagone

e insomma ieri il mondo intero con il fiato sospeso ha ascoltato l'attesissimo discorso di Pokemon Puigdemont in cui avrebbe dovuto dichiarare unilateralmente l'indipendenza della sedicente repubblica Catalana dalla Spagna se non fosse che, ops, di quel delirante sproloquio in cui ha detto tutto e il contrario di tutto tranne dichiarare qualsivoglia indipendenza non c'ha capito un cazzo nessuno al mondo probabilmente lui compreso.
Capito che fino a una settimana fa stavate tutti parteggiando per questo buffone populista in fregola secessionista e parrucchetta alla Pappagone?

giovedì 5 ottobre 2017

Animali d'Italia

Che risposta imbecille, Meloni cara. 
Che vuol dire che un partito animalista è "riduttivo" (sic) e che dovrebbe occuparsi "anche di persone". Il problema è esattamente il contrario, tesò. 
E cioè che voi forze politiche "umane" continuate ad ignorare la sensibilità di una larghissima fascia di popolazione che chiede maggiori tutele per il mondo animale. Quei milioni di persone sono, appunto, persone. Non fave fagiane. Fattene una ragione e prova ad atterrare sul pianeta terra pure te, quello vero, quello popolato da persone e animali. E persone che ritengono prioritarie (in un paese civile) le istanze che riguardano gli animali. 
 Specie ora, dopo il governo Renzi e derivati, che in materia è senza ombra di dubbio il peggiore in assoluto dell'intera storia repubblicana.


mercoledì 4 ottobre 2017

misteri

La psiche umana sotto molti suoi aspetti rimane a tutt'oggi un grande mistero. La moderna psicologia è ancora ritenuta una scienza piuttosto inesatta in cui, nonostante alcune linee guida ufficialmente accreditate come maggiormente plausibili, è possibile incappare in teorie e scuole di pensiero che affermano tutto e il contrario di tutto. E secoli di studi, da cui un'oceanica letteratura, sono solo parzialmente (o affatto) serviti a dipanarne la complessità e iperscrutabilita' dei meccanismi. 
Ciò nonostante, io credo davvero che uno dei più grandi misteri in questo senso rimanga il motivo per cui una persona normodotata dovrebbe seguire l'account Instagram di Gianluca Vacchi.


martedì 3 ottobre 2017

culturisti

Non solo ogni giorno leggo quantità industriali di cazzate che non stanno né in cielo né in terra. Ma per giunta pure sgangherate grammaticalmente. 
Il paese che nel dopoguerra ha dato più di una lezione al mondo in termini di dinamismo, efficienza ed eccellenza, come cazzo è potuto diventare in così poco tempo la patria degli ignoranti come la merda col culo piazzato sul Suv cafone? 
Proprio ora che i mezzi per essere più solidi culturalmente sono davvero alla portata di tutti.