LABELS

ALTROVE (727) UN ALTRO GIORNO (240) QUI E ORA (104) NOTE (8)

sabato 23 giugno 2018

la ruota di scorta

Cari poveri patetici grillini costretti ormai a fare a tempo pieno gli avvocati d'ufficio del cattivista Salvini che per distrarci dalle magagne legali da decine di milioni di euro allegramente inchiappettati dal suo partito (honestà honestà la maiala di tu ma) ormai non fa altro che spararne una più grossa di quella prima. Ma in che cazzo di paese pensate di vivere, beoti? Lo Stato italiano protegge tutti coloro che sono fatti oggetto di minacce ritenute attendibili
Quei quattro buffoni al governo, che tanto per non correre rischi la mafia non la rammentano mai nemmeno quando vanno a fare comizi al sud, probabilmente non hanno mai provato il brivido di essere nel mirino del clan dei Casalesi. Saviano si.  
Saviano scrivendo (non baloccandosi con lo smercio di bufale sui social come molti di voi) ha guadagnato soldi a sufficienza da comprarseli metà di quei pagliacci che farneticano nei loro comizietti arringapopolo e usarli come attaccapanni, altro che come scorta. 
Il fatto è che non decide lui. E' lo stato che interviene, e lo fa ad esempio con testimoni in processi a rischio, con chi denuncia il racket delle estorsioni, con donne che collaborano per lo smascheramento dei megapapponi del racket della schiavitù sessuale, con giornalisti le cui inchieste hanno reso potenziali bersagli della malavita organizzata (come Federica Angeli ad esempio: quella che a Ostia ha dichiarato guerra al clan Spada mentre la Raggi era impegnata a fare niente altrove, che da tre anni non può uscire neppure sul balcone coi suoi bambini) non è difficile, provate a sforzarvi e vedrete che ci arrivate anche voi: lo Stato protegge i cittadini a rischio.  Deve farlo. Non è facoltativo. Non può lasciarli da soli a combattere la potentissima malavita organizzata. Succede in tutti i paesi civili del mondo. Tutto sommato non è neanche troppo difficile da capire, tra una scia chimica e uno sbarco sulla luna, no? 
 Sembrava che doveste cambiare il mondo e siete ridotti a dover arrampicarvi sugli specchi dalla mattina alla sera per rattoppare le cazze di quella patetica controfigura di Orban che vi ha annientato, eclissato, asfaltato. E peccato che "Chi l'ha visto" è finito mercoledì scorso, perchè ormai ci sarebbe da chiederlo alla Sciarelli se per caso sa che cazzo di fine hanno fatto i grillini e il loro premier feticcio, visto che ormai non se ne sa praticamente più niente. O almeno non nel governo Salvini


Nessun commento:

Posta un commento