LABELS

ALTROVE (678) UN ALTRO GIORNO (235) QUI E ORA (102) NOTE (8)

domenica 29 ottobre 2017

la regina è ancora lì. I Sex Pistols, grazie al cielo, no.

40 anni fa proprio oggi usciva il primo e (sia lodato il cielo) unico album dei Sex Pistols che, insieme a qualche altra milionata di miei coetanei corsi a comprare, per poi disfarmene altrettanto rapidamente regalandolo ad un amico. 
Inascoltabile. Per quella che normalmente era la mia tazza di te' questo pensai di quel disco: una merda inascoltabile. 
Sarebbe persino troppo facile sottolineare che l'aver visto negli anni successivi l'iconico Johnny Rotten cimentarsi in quella scemenza di Grande Fratello Vip inglese avrebbe rafforzato la mia convinzione che si fosse trattato solo di una monumentale, riuscitissima montatura. Pur riconoscendo al movimento punk nel suo insieme qualche specie di merito (in primis quello di avet seppellito la grande purga del prog rock) rimango inamovibile nel pensare che nel caso specifico di questo disco e del fenomeno Pistols si sia trattato solo di un gigantesco sfoggio di abilità dell'industria discografica nel creare patacche. Qualcosa che ha più a che fare col talento imprenditoriale di Mc Laren e consorte che con la musica. 
"Dio salvi la regina" si chiamava una delle più celebri canzoni incluse in quel disco. Dio ci scampi e liberi, aggiungerei io.


Nessun commento:

Posta un commento