LABELS

ALTROVE (724) UN ALTRO GIORNO (240) QUI E ORA (104) NOTE (8)

giovedì 12 ottobre 2017

galeotto fu il divano

per carità, sono davvero convinto che non ci sia motivo di dubitare che Harvey Weinstein sia un vecchio porco che ha approfittato della sua spaventosa potenza nel mondo Hollywoodiano. Quella del divano del produttore è purtroppo una storia vecchia come il mondo. Come non ho motivo di dubitare della credibilità delle molte attrici che lo stanno accusando di aver usato qualche forzatura di troppo. Di troppissimo. Ma (c'è sempre un ma). 
Mi sfugge il perchè Enrico Mentana (che stimo assai) ieri sera nel riportare la notizia continuasse a menzionare ossessivamente gli Obama e i Clinton come se fossero in qualche modo al corrente delle marachelle del vecchio sudicione (Clinton in particolare credo sia stato più che sufficientemente indaffarato con le sue). E, senza giustificare niente e nessuno (sono un femminista duro e puro) credo anche che se Asia Argento avesse fatto affidamento solo sulle sue effettive capacità e attitudini, a quest'ora sarebbe indaffarata a sminestrare scartoffie nell'ufficio catastale di Vigna Clara. 
E pensa un po, ho persino la stessa identica opinione su Angelina Jolie, la cui recitazione a suon di boccucce mi ha sempre fatto non cagare: di più. 
Bella, per carità. Ma non esattamente la nuova Bette Davis.


Nessun commento:

Posta un commento