LABELS

ALTROVE (727) UN ALTRO GIORNO (240) QUI E ORA (104) NOTE (8)

giovedì 30 novembre 2017

maledetta primavera

tanto puzzo su come lo Stato intervenga lentamente e male dopo catastrofi come terremoti o alluvioni. Molto meno puzzo sulle decine (quasi trecento) di stronzi che si sono accaparrati i fondi preposti alla ristrutturazione di abitazioni terremotate per dare una sistematina alla casa delle vacanze, un grazioso re-styling che ops, però ammonta a quasi un milione di euro. Pubblici. E parliamo di una sola prima indagine. Ora ne partiranno altre. E qualcosa mi dice che ci aspettano sorpresone. 
 Che però, appunto, non scandalizzano nessuno, di cui però appunto non si parla granchè, perchè tanto è tutta colpa dei politici, dei poteri forti, delle lobby, della casta, di Loretta Goggi, dei sette nani. Di tutti ma non nostra. Noi passavamo di là. 
La verità è che più passa il tempo e più mi convinco che siamo appunto un paese di stronzi, un popolo di merda, di trafficoni opportunisti, da nord a sud, da destra a sinistra, dall'alto al basso, da dentro a fuori. Che l'occasione di fare i furbi magari non ce la andiamo a cercare. Ma di sicuro quando cè non ce la lasciamo sfuggire. 
 E è proprio in base a questo elementarissimo assunto che credo fermamente che non sia un caso che sia proprio questo variopinto caravanserraglio di svalvolati bombisti ignoranti nulla facenti (da destra a sinistra e figuriamoci le new entry) a candidamente candidarsi a governarci dal prossimo anno. 
Maledetta primavera.


Nessun commento:

Posta un commento