LABELS

ALTROVE (766) UN ALTRO GIORNO (252) QUI E ORA (106) NOTE (8)

giovedì 8 novembre 2018

infuenzer

ho fatto il vaccino antinfluenzale. Lo faccio ogni anno. E credo che dovrebbero farlo tutti. 
Una persona in buona salute non ha niente da temere da un'influenza, che ovviamente molto pericolosa lo è solo per alcune categorie (bambini, anziani, portatori di patologie broncopolmonari croniche etc). 
Ma quanto bisogna essere idioti per starsene lì ad aspettare che arrivi lo scotolone che poi ti fa rinunciare a qualche giorno di lavoro, di sport, a qualche serata con gli amici, che magari ti fa passare il capodanno col febbrone, che ti lascia per qualche giorno in una condizione di malessere, spossatezza, affaticamento, in poche parole una mezza merda umana? 
Quanto bisogna essere scemi per non farsi una piccola iniezione sulla spalla, che uno può benissimo farsi da se, che costa pochissimo (per alcuni addirittura nulla) e che ti evita quella grandissima rottura di coglioni o quantomeno la tramuta in una piccola rottura di coglioni, in un semplice piccolo malessere stagionale? Se ci vaccinassimo tutti, l'epidemia sarebbe molto più contenuta e decisamente meno aggressiva. Tra le altre cose questo esporrebbe a rischio contagio un minor numero di quelli che per una semplice influenza possono tirarci il calzino. Che diciamocelo, non è proprio una cosa carinissima. Epperciò: io mi vaccino da anni. Non sono diventato più stronzo (lo ero già), non sono diventato più gay (me la cavavo benissimo anche prima, grazie), non sono diventato più brutto (non sono mai stata Monica Bellucci ma non mi sono fatto mancare niente, arigrazie), e non sono diventato particolarmente più autistico di quanto già non fossi. Cioè, non mi è successo un cazzo. Semplicemente non mi sono preso l'influenza, e lo scorso anno quando il ceppo era particolarmente bastardo, me ne sono stato lì a guardarvi contorcere dai dolori alle articolazioni, a vedere i vostri mostruosi occhi bolsi e lacrimosi, ad ascoltare i vostri sublimi racconti di notti passate sul cesso, e a leggere i vostri cagamenti di cazzo di lagne quando a capodanno eravate inchiodati a letto con delirium tremens da febbre gialla. Brave fave. 
Vaccinatevi. Che l'inverno è già sufficientemente una rottura di palle di suo, senza che lo infarciamo pure di influenza e stronzate no-vax. Lo so che smaniate tutti di essere INFLUENCER, ma questo è il modo decisamente più pirla di esserlo.


Nessun commento:

Posta un commento