LABELS

ALTROVE (766) UN ALTRO GIORNO (252) QUI E ORA (106) NOTE (8)

lunedì 21 aprile 2014

non riesco a ricordarmi di affogarti nello yogurt

La doccia a un certo punto della giornata oltre ad un esigenza ben precisa è anche un piacere, inutile negarlo. Salvo quando alla radio arriva l'ultimo singolo di Shakira (e arriva spesso) e l'istinto ti suggerirebbe di zompare fuori ancora insaponato e catapultare la radio fuori dalla finestra e chi passa passa, pazienza.
Se riesci a superare l'inascoltabile vociaccia metallica, o il fatto che a un certo punto si tramuti in un improbabile pezzo rock (sic) o che a un tratto dica letteralmente "non riesco a ricordarmi di dimenticarti" (pietà), difficilmente superi lo scoglio dell'oh oh oh che puntuale sbuca fuori nel ritornello e che la inserisce per decreto nella cloaca delle 746 canzoni pubblicate negli ultimi 2 o 3 anni che a un certo punto fanno oh oh oh (eravate rimasti a quando una canzone che a un certo punto fa oh oh oh è una cagata da tagadà? Fatevene una ragione: quei giorni sono andati).
Sospettavo che se gli attrezzatissimi creativi del gruppo Danone l'avessero scelta come testimonial dello yogurt-purga (fa più lezzo il suo spot danza-del-ventre o quello mega-trash della Ventura flash-mob? Votate..) un motivo doveva pure esserci, e inutile dirlo, questo suo ultimo exploit discografico mi ha confermato quale sia in realtà la vera prerogativa (per me sin'ora avvolta nel mistero mistero più fitto) della sguaiata reginetta delle lelle che siamo stati capaci di importare niente meno che dalla Colombia: che fa cagare.
 Aridatece Afric Simone.



Nessun commento:

Posta un commento