LABELS

ALTROVE (766) UN ALTRO GIORNO (252) QUI E ORA (106) NOTE (8)

martedì 1 aprile 2014

Philadelphia (non tanto) light..

ero sceso in strada poco fa per sbrigare una cosa, e nel silenzio di questa bella serata (bella davvero, non c'è un alito di vento e è tutto stellato..) sentivo in sottofondo il tema del pluridecorato "Philadelphia" di Demme che La7 aveva evidentemente appena iniziato a trasmettere, come preannunciato da un'alluvione di promo nei giorni precedenti la messa in onda. Bel film, cast stellare, etc etc. Peccato solo che non lo riguarderei neppure con la pistola puntata alla tempia. Ricordo che non andai al cinema a vederlo appena uscito. Ma per tutto il clamore (e tutti gli Oscar, Golden Globe etc) lo noleggiai non appena fu disponibile. E perciò ebbi la bella idea di guardarmelo da solo, a casa. Non sarebbe stato molto più allegro se lo avessi visto al cimema, ma almeno hai modo di sussurrare qualcosa a chi ti siede accanto o fogarti sui pop corn, perchè invece trovarmi da solo con davanti agli occhi la scena di Tom Hanks con la Callas in sottofondo (Casta Diva, mi sembra di ricordare), tanto per menzionarne una, lo ricordo come uno dei momenti più lugubri della mia vita. Ricordo che non vedevo l'ora che finisse, avevo due palle come una cattedrale tardo-gotica, ero frustratissimo perchè sapevo trattarsi di un capolavoro o giù di lì, ma io a quel punto ero mezzo traumatizzato dalla tristezza e con due coglioni così (sorvolando su Banderas che in quel ruolo lievemente urticante mi stava sulla fava pure più del consueto (che già è tantino). Solo che tutto quello strazio e quella rogna cosmica a quel punto non avrei voluto essermeli ciucciati completamente invano e perciò decisi di attendere almeno l'esito della causa di cui il film parla per poi sforzarmi di riporlo nella custodia anzichè fregarlo fuori dal balcone come un freesby, rifarmi una vita e non pensarci mai più... Per questo quando stasera sotto casa lo sentivo echeggiare dalle finestre, avrei voluto attaccarmi ai campanelli e avvertire i malcapitati: lasciate perdere! Guardatevi quella cagata immonda di GIAss Show su Canale 5 o quell'ernia duodenale di Jane Eyre su Rete 4, magari fatevi una scannata o giocate a burraco. Dio ci scampi e liberi, qualsiasi altra cosa andrà benissimo, ma non quello. Bello Philadelphia, eh.. Ma du palle.




Nessun commento:

Posta un commento